75 anni fa la strage di Vigorso. Celebrazioni domenica 27 in Piazza Filopanti

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Oggi è il 75° anniversario della strage di Vigorso. Nell’estate del 1944, il distaccamento Pasquali della 4° brigata Venturoli Garibaldi aveva sistemato una base, dove nella seconda metà del mese d’ottobre si acquartierarono alcune squadre di partigiani delle 36ma, 62ma e 66ma brigata, provenienti dalla montagna e dirette a Bologna, per partecipare all’imminente insurrezione.

Su indicazione di una spia, la mattina del 21 ottobre, la casa della famiglia Maccagnani, in via Mazzacavallo, a Vigorso, fu circondata da reparti tedeschi che, dopo aver individuato il deposito delle armi del distaccamento Pasquali, tentarono di penetrare nel fienile, dove si trovavano una trentina di partigiani che reagirono con le loro armi. Otto di essi persero la vita e altri otto furono fatti prigionieri e trucidati dai tedeschi presso la villa del loro comando a Medicina.

Davanti alla loro casa, la stessa sorte toccò a sette delle otto persone della famiglia Maccagnani che lì abitava.

Per non dimenticare e per rinnovare la cultura della solidarietà e della pace, a Budrio, domenica 27 ottobre alle ore 10:00 si terrà la commemorazione con la cittadinanza, alla presenza del sindaco Maurizio Mazzanti, del Segretario A.N.P.I. di Budrio, Stefania Nepoti, delle autorità locali e del Segretario Regionale CGIL, Luigi Giove.

Alle ore 12:30, nella parrocchia di San Lorenzo, Pranzo della memoria a cura di A.N.P.I., SPI CGIL, Budrio per la Pace.

Info: 342 1265021

Iscriviti alla nostra newsletter

Chiudi il menu