Cioccolato, tra leggenda, storia e benefici

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su whatsapp

L’albero del cacao, fu un dono del Dio Azteco Quetzalcoatl; una leggenda narra che, amando profondamente l’ essere umano, egli volle donare un albero dai cui semi trarre un nettare capace di infondere forza e ricchezza: questo nettare portentoso si chiamava xocolatl.

La pianta del cacao ha il nome che nel ‘600 il naturalista Linneo gli pose: Theobroma cacao, ovvero cibo degli dei.

Sapete che una recente ricerca tedesca ha verificato che 40 grammi di cioccolato extra-fondente al giorno, abbinati ad una dieta equilibrata, farebbero perdere il 10% in più di peso rispetto alla diminuzione ponderale legata soltanto ad un regime ipocalorico? E che nel cioccolato ci sono composti chiamati polifenoli che sono in grado di prevenire l’invecchiamento cellulare e di ridurre i livelli del colesterolo cattivo (LDL)? Infine il cioccolato stimola un neuroregolatore che trasmette una sensazione di beatitudine e la serotonina, che regola il buon umore. Allontana la depressione grazie alla teobromina ed alla caffeina.

Dr. Francesca Calandriello

Dr. Francesca Calandriello

Francesca Calandriello, è una Dietista, un Biologo nutrizionista, un’Erborista e un Professore a.c. dell’Università di Bologna dove insegna Piante officinali e integratori alimentari e Botanica Farmaceutica Sistematica.

Dr. Francesca Calandriello su Budrio Welcome
Visita il sito di Dr. Francesca Calandriello o seguila su Fabcebook

Potrebbe piacerti anche...

articoli dello stesso autore