Cerca

Le ceramiche del Nido “Aquiloni”

L’intervento ha coinvolto un moderno Asilo Nido appena realizzato, che presentava un muro di cinta stranamente severo e un portico d’ingresso piuttosto anonimo.
Era il 2011 quando l’Amministrazione Comunale affidò a Lorenza Mignoli il compito di intervenire su queste facciate, in un nuovo laboratorio con i bimbi della classe quarta della scuola Primaria. In questo caso l’intervento dei bambini con le loro ceramiche ha avuto due diversi scopi: da un lato rallegrare e colorare il muro di cinta, dall’altro creare una sorta di segnaletica subliminale che indicasse la porta d’ingresso alla struttura, incastonata fra due muri e non visibile dal fronte stradale. Il tema individuato è stato quello degli aquiloni, che ha valso infatti al nido il suo nuovo nome. Ai bimbi delle otto classi quarte, che in due anni hanno partecipato al laboratorio, la ceramista ha fatto progettare e creare dei puzzle in ceramica di grandi dimensioni per il muro di cinta: ognuno associato ad un tema diverso scelto dai bambini stessi che, nella fase di progettazione, sono stati guidati a tener conto della destinazione delle loro opere.
Ogni classe ha progettato un diverso aquilone e i bimbi, lavorando a gruppi, hanno dipinto le diverse lastre che li compongono. Una delle classi ha invece realizzato il trompe l’oeil per il portico d’ingresso, con il bambino che rincorre un aquilone più piccolo, sospinto dal vento verso l’ingresso del Nido.

INFO UTILI

Ti piace questo luogo? Dillo ai tuoi amici

Iscriviti alla nostra newsletter