Sopravvivenza alimentare, il make up del cibo

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Avrete sicuramente sentito parlare di additivi alimentari, ma cosa sono realmente?

Avete presente tutti quei numeri strani preceduti dalla E (per inciso la lettera E è stata scelta a caso!!!)? Ecco, oggi parliamo dei primi quelli indicati da E100 a E199, i coloranti alimentari.

Gli additivi alimentari possono essere di origine naturale o sintetica, devono obbligatoriamente comparire tra gli ingredienti e ne va specificata la funzione. Questi additivi servono per compensare le perdite di colore dovute all’esposizione a luce, aria, umidità e variazioni di temperatura, oppure per migliorare i colori naturali, o anche per aggiungere colore.

Sapete di cosa sono fatti? Ci sono coloranti estratti da semi, foglie, radici, ecc… tipo l’arancione dalla curcuma o il verde dalle alghe; più economici e malleabili sono i colori sintetici. La materia prima è costituita da derivati del petrolio o del catrame di carbon fossile.

Sapete perché amiamo i colori? È un meccanismo legato alla scelta degli alimenti che ci condiziona da millenni, permettevano ai nostri primitivi antenati di distinguere un frutto commestibile da uno tossico!!

Dr. Francesca Calandriello

Dr. Francesca Calandriello

Francesca Calandriello, è una Dietista, un Biologo nutrizionista, un’Erborista e un Professore a.c. dell’Università di Bologna dove insegna Piante officinali e integratori alimentari e Botanica Farmaceutica Sistematica.

Dr. Francesca Calandriello su Budrio Welcome
Visita il sito di Dr. Francesca Calandriello o seguila su Fabcebook

Potrebbe piacerti anche...

articoli dello stesso autore